Le Giornate di Crotone quest’anno sono state dedicate alla riabilitazione dell’ictus. Tutti gli aspetti sono stati toccati partendo dai percorsi diagnostico terapeutici per trattare gli elementi fisiopatologici. Personalmente, ho trattato il tema di come inquadrare la disabilità per definire progetto riabilitativo. Ho messo in evidenza come insieme alle prove di efficacia che vengono dalle studi clinici di qualità, dobbiamo tener conto della dimensione del paziente, partire dal vissuto di malattia e di possibilità per poter personalizzare il trattamento. Infatti, la componente individuale può influenzare in modo determinante il successo del trattamento riabilitativo. Sono state trattate anche le nuove tecnologie, le nuove possibilità diagnostiche, l’utilizzo della tele riabilitazione e della realtà virtuale come elementi da poter iniziare a utilizzare nella quotidianità.

Aperta la nuova area di Neurologia e Riabilitazione

Una risposta integrata alla persona con patologia neurologica complessa

Nell’ospedale di Foligno è ora aperta un’area integrata che comprende l’Unità Ictus, la Neurologia e la Riabilitazione delle Gravi Cerebrolesioni Acquiste (Neuroriabilitazione).

Neurologia e Riabilitazione
Una delle stanze del nuovo reparto

L’operazione permetterà di curare e riabilitare la persona con problemi neurologici fin dall’esordio della malattia come, ad esempio, l’ictus anche in condizioni particolarmente complesse. Nella stessa area è presente la riabilitazione che permetterà di iniziare il recupero funzionale fin dalle prime fasi della malattia. Successivamente, se la persona necessita di ulteriore riabilitazione, potrà essere ricoverata nella sezione di neuroriabilitazione dell’ospedale di Foligno o dell’Ospedale di Trevi in base alle necessità e alla potenzialità di recupero. Leggi tutto “Aperta la nuova area di Neurologia e Riabilitazione”

Perche non ci chiamiamo Unità di Risveglio

Riabilitazione delle persone in Coma

L’intervento riabilitativo sulle persone con Gravi cerebrolesioni acquisite (esito di coma) ha un lunga tradizione nella nostra azienda. Presso l’Ospedale di Trevi da circa 20 anni vengono trattate queste persone.

stato vegetativo
Il risveglio dal coma

Più recentemente, nel 2008, è stata aperta una sezione dell’Unità di Trevi presso l’ospedale di Foligno. In questo reparto vengono ricoverati pazienti in fase ancora clinicamente instabile (febbri, crisi vegetative, problemi respiratori etc …). Questa unità in altri centri viene chiamata UNITA’ di RISVEGLIO sintetizzando l’intervento mirato ad uscire dallo stato di coma. Noi abbiamo ritenuto di non usare questa definizione perché induce false speranze ai parenti della persona in coma, facendo immaginare una rapida ripresa dello stato di coscienza. In realtà l’intervento è complesso e la ripresa di contatto con l’ambiente è lenta ma puà portare ad un buon recupero nel tempo.

A Foligno quindi abbiamo una Unità di Risveglio a tutti gli effetti anche se preferiamo non usare questa definizione e mantenere il termine più corretto di Unità per gravi cerebrolesioni acquisite.

Meeting UEMS-PRM a San Pietroburgo

Dal 3 al 5 Settembre 2015 si è tenuto a San Pietroburgo il meeting semestrale della Unione Europea Medico-Specialistica in Riabilitazione. I delegati di 27 paesi europei hanno discusso delle tematiche europee della riabilitazione. Io in qualità di Segretario Generale ho dovuto coordinare le attività. L’elemento rilevante è che in questo meeting abbiamo allargato la partecipazione all’organizazione sia alla Russia che all’Ucraina, in umn momento di crisi non solo economica abbiamo testimoniato come la scienza può essere un elemento di unione e di cooperazione. Leggi tutto “Meeting UEMS-PRM a San Pietroburgo”