Congresso Mondiale della Società Internazionale di Medicina Fisica e Riabilitazione

Nella città di Kobe in Giappone dal 9 al 13 giugno 2019 si è tenuto il 13° Congresso della International Society of Physical and Rehabilitation Medicine (ISPRM).
Ho partecipato come distinguish speaker.
Ho tenuto 4 relazioni:
Individual Rehabilitation Plan (IRP); A Patient-Centred Application of the ICF Based on
the Rehab-Cycle
Existing Guidelines on Multiple Sclerosis the PRM Perspective
Resident Teaching – There’s an App for That!
Scientific Communication in the Era of Social Network

Il Congresso è stato interessante sia per i contenuti scientifici che per le opportunità di interazione tra professionisti provenienti da tutto il mondo. I partecipanti totali del Congresso: 2470 persone. La parte di relazione è stata molto importante concretizzata in incontri formali ed informali per definire progetti e collaborazioni.
Uno degli eventi più rilevanti è stata la presentazione di uno studio internazionale sulla persona con mielolesione in fase cronica che ha incluso oltre dodicimila persone. Per la prima volta ci saranno dati rispetto al profilo funzionale e quindi alla disabilità in un così grande numero di persone con lesione spinale. Si è discusso su compe estendere ulteriormente lo studio creando network regionali, nel nostro caso europei. nel 2021-2022 ci sarà un nuovo studio.
Ho partecipato ad un workshop si “What PRM Physicians Need to Know About the ICF”. Sono stati discussi i vari aspetti, io ho presentato il progetto di standardizzazione del progetto riabilitativo Individuale. Alla fine, allo scopo di standardizzare l’intervento riabilitativo, siamo a rrivati a definire tre pilastri principali. Il primo è la valutazione basata su un pacchetto basato sull’ICF, ClinFIT. Un secondo pilastro è la standardizzazione del progetto riabilitativo individuale, il terzo la gestione della qualità in riabilitazione. Questi ultimi 2 fanno parte di un’azione che stiamo portando avanti a livello europeo come UEMS-PRM organizzazione della quale sono Presidente.
Molto interessante è stata la sezione sulle linee guida e riabilitazione presentata dal comitato Clinical Science and Research, coordinato da Marco Franceschini. Si trattava di mettere le basi di un progetto che dovrebbe portare alla produzione di raccomandazioni da parte di ISPRM. Nella sessione dedicata è stata nutrita la partecipazione italiana con Giovanni Iolascon che ha parlato delle linee guida nell’osteoporosi, Paolo Capodaglio sulle condizioni Metabiliche e io sulla Sclerosi Multipla.
Si è poi tenuto l’advisory board del Cochrane Rehabilitation Field, diretto da Stefano Negrini, dove si è discusso, tra l’altro, di come implementare l’EBM nelle regioni a basso reddito.
Insomma un’occasione importante per contribuire al progresso della riabilitazione per migliorare la cura delle prersone con disabilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.